Simona Guerra  

Email: info [at] simonaguerra.com ■

Tel. 338.8048294


Consulente Archivi Fotografici

 

PUBBLICAZIONI


Home

News

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ARCHIVI

MARIO GIACOMELLI

EXPERTISE

INSEGNAMENTO

MOSTRE

ALTRI PROGETTI

COLLABORAZIONI

PUBBLICAZIONI

BIO/CONTATTI

 

 

 

 

 

Diario di Fotografia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IL BAMBINO DI SCANNO”

Saggio. Ed. PostCart, 2016
racconto e reportage Simona Guerra;
fotografie e documenti Mario Giacomelli;
postfazione Michele Smargiassi.
 

[ ORDINA ORA ]

Il libro racconta la storia della nota fotografia “Il bambino di Scanno”, diventata icona, scattata negli anni ‘50 dal grande fotografo italiano Mario Giacomelli. L’immagine piena di magia, capace di incantare chiunque la osservi ancor oggi, è sempre stata avvolta da un’aura di mistero riguardante la sua storia e le modalità con cui è stata scattata. A distanza di sessant’anni dalla sua realizzazione, Simona Guerra, nipote del fotografo, è voluta tornare sulle tracce del Bambino e ha raccontato il suo viaggio attorno a questa fotografia, nei luoghi dello scatto, fra la gente e i vicoli di Scanno. Il libro è corredato da materiali inediti di grande valore storico: immagini, provini, lettere e documenti d’archivio per la prima volta visibili al grande pubblico.

 


 

“FOTOGRAFIA CONSAPEVOLE.
Scrittura e fotografia si incontrano”


Saggio. Ed. Micropress, 2016
fotografie di Simona Guerra; Wilson Santinelli
 

[ ORDINA ORA ]

Il volume si articola in due parti: una prima si muove dentro alla realtà dei fatti odierni e attraverso esempi concreti provenienti da vari mondi (editoria, giornalismo e fotogiornalismo, letteratura, arte, ecc.) mostra come una delle direzioni prese dalla fotografia oggi, si stia rivelando essere quella della collaborazione attiva con la parola scritta.
La seconda parte - cuore pulsante e più intimo del libro - è invece un viaggio fantastico tra fotografia e scrittura, in cui le idee teorizzate diventano concrete, visibili e reali, attraverso alcune esperienze pratiche messe in atto dall’autrice durante il suo percorso di ricerca.

La Fotografia consapevole vuol essere questo: una proposta su come, fondendo le peculiarità autoanalitiche della fotografia con quelle di certi generi di scrittura, queste due Arti possano essere vissute assieme in una dimensione privata, come presa di conoscenza di sé stessi e del mondo, o anche come principio di un’esperienza che potrebbe trasformarsi in Arte.

Un libro che rifugge l’idea di insegnare un metodo ma in grado di stimolare le capacità del lettore, invitandolo a vivere la fotografia in modo consapevole, cosciente di quale sia il reale valore delle proprie esperienze artistiche.
Il libro, dal taglio introspettivo e multidisciplinare, è rivolto anche agli operatori impegnati in ambito didattico o sociale e della relazione d’aiuto, interessati a nuovi stimoli artistici da adattare alle proprie attività.
A psicoterapeuti, psicologi ed arteterapeuti che vogliano saperne di più sulle peculiarità di queste forme artistiche, sempre più spesso utilizzate in veste di mediatori anche in ambito psicologico.


 

“CESARE COLOMBO CON SIMONA GUERRA. LA CAMERA DEL TEMPO”

Ed. Contrasto, 2014
a cura di Simona Guerra

[ ORDINA ORA ]

 

Ritorno ancora una volta al trascorrere sempre più veloce degli anni della mia vita. L’ho dedicata tutta, senza rimpianti, alle immagini fotografiche”

Cesare Colombo

 

Fotografo per amore e per professione, ma anche grafico pubblicitario, giornalista, critico e polemista. E poi curatore di mostre, docente universitario, storico... Tanti sono gli aggettivi per definire Cesare Colombo e il vortice di attività che in questi anni l’ha tenuto al centro del dibattito fotografico italiano.
Come un sentiero interrotto eppure continuo, fatto di cambiamenti, brusche frenate, corse in avanti e sguardi al passato, il racconto di Cesare Colombo testimonia, come scrive Simona Guerra, il percorso di “un uomo che crede nell’impiego della fotografia come potente arma sociale e politica del nostro tempo. E ancora molto altro”.
 

Il volume è organizzato in decenni, che ripercorrono la vita e il lavoro di Cesare Colombo dagli anni Cinquanta del Novecento agli anni Duemila. Ogni capitolo corrisponde ad un decennio ed è diviso in tre sezioni: Diario, Sguardi e Pre-testi. I testi di Diario sono il risultato di lunghe interviste realizzate da Simona Guerra a Cesare Colombo. In Sguardi troviamo le sue fotografie e in Pre-testi c’è una selezione dei suoi scritti più significativi.


“Bianco e oscuro. Storia di panico e fotografia”

Romanzo. Ed. PostCart, 2012
fotografie di Giovanni Marrozzini
postfazione di Peppe dell'Acqua (dip. di Salute Mentale, Trieste)
 

[ ORDINA ORA ]

Può la fotografia essere usata come antidoto alla paura? Alma, la protagonista di questo romanzo ispirato a una storia vera, crede di si e in queste pagine ci racconta come la fotografia le abbia salvato la vita. Una narrazione tutta costruita sulla realtà interiore e consumata dentro a un singolare archivio fotografico. A dispetto del tempo e dello spazio, l’esperienza di Alma viaggia fuori da quelle quattro mura, condivisa con un fotoreporter e un’attrice teatrale vissuta quasi un secolo prima. “Questo libro è nato da un’esperienza personale molto forte: quella degli attacchi di panico. Ne ho sofferto in passato e una volta chiuso il capitolo ho sentito il bisogno di raccontarlo e condividerlo con i mezzi che prediligo: scrittura e fotografia. Per la nostra società il panico è ancora un tabù e significa quasi pazzia: un pregiudizio che è alla base della difficoltà, per molti, di affrontarlo e risolverlo. Per me la fotografia è stato un mezzo per combattere la paura e il più grande stimolo a non lasciarmi andare allo sconforto. Mai.”


“Mario Dondero”

Ed. Bruno Mondadori, 2011
prefazione di Massimo Raffaeli
 

[ ORDINA ORA ]


Questo lavoro è dedicato a uno dei più noti fotoreporter italiani. Nato a Milano nel 1928 e vissuto a lungo a Parigi, Mario Dondero continua a girare il mondo e a ritrarre gli uomini e la loro storia, per giornali, riviste e associazioni umanitarie come Emergency.
“Se non vedessi la fotografia come documento, come testimonianza possente della storia e dei fatti, prevarrebbero in me altri interessi. Parlo di interessi sociali, politici, molto più importanti per me dei fatti estetici. È dall’importanza della fotografia come strumento di assoluta testimonianza che nasce il mio impegno come fotografo.”  - M.D.

 

 


“Mario Giacomelli. La mia vita intera”

Ed. Bruno Mondadori, 2008
prefazione di Cesare Colombo
 

[ ORDINA ORA ]


«Io sono nato piccolo e rimango piccolo, con idee piccole; non c'è bisogno di essere grandi.» Inaspettatamente, la meravigliosa novità dello sguardo di questo grande fotografo proviene da un uomo “arcaico”, che diceva di fotografare i suoi pensieri e di usare la macchina fotografica come si usa il cucchiaio per raccogliere dal piatto la minestra. Un uomo che visse sempre a Senigallia e usò una sola fotocamera (in verità, ne acquistò un'altra ma la tenne nell'armadio, perché non voleva che la prima «se ne accorgesse)». A settantacinque anni, nel corso di una lunga conversazione, ricapitolò la sua vita e la sua esperienza di fotografo. Mario Giacomelli: questo libro ci dà l'emozione d'incontrarlo.

 


 

Parlami di lui.
Le voci di Scianna, Berengo Gardin, Ferroni, Camisa, Colombo, Branzi, Manfroi, de Biasi, Permunian, Biagetti su Mario Giacomelli”

 

Ed. Mediateca delle Marche, 2007

[ ESAURITO ]


Le voci di alcuni tra i maggiori protagonisti di una fortunata stagione fotografica italiana, raccontano del loro incontro e della loro amicizia con Mario Giacomelli.
A ognuno è stato chiesto di affrontare un particolare aspetto legato alla figura del fotografo marchigiano, in modo da avere nuovi spunti, nuovi stimoli verso una ricerca legata alla produzione di questo autore che ha rappresentato - e rappresenta ancora - una delle personalità più forti e prorompenti che la storia della fotografia italiana abbia prodotto dal dopoguerra a oggi.

 


 

Altri testi significativi sono presenti, fra gli altri, nei volumi:

  • “In rosso” Fotografie di Umberto Mancini
    Ed. Cromasia, 2012.
     

  • “L'immagine di sé. Il ritratto fotografico tra '800 e '900”
    Ed. Lanterna Magica, 2010.
     

  • “G. Baviera, fotografo in Fano. Dentro e oltre la camera oscura”
    Ed. Università dei Saperi, 2012. Autori vari.
     

  • “Luigi Ghirri / Mario Giacomelli. Paesaggi”
    Silvana editoriale, 2010

 

 


 

SIMONA GUERRA - partita iva: 02639001201

 

[grafica e webmaster: Lisa Calabrese]